Glossario

 

Per noi è molto importante spiegare nel modo più comprensibile possibile il tema complesso della previdenza. Tuttavia, a volte nemmeno noi possiamo fare a meno di utilizzare termini tecnici. Nel nostro glossario spieghiamo questi termini in modo breve e comprensibile per renderne più agevole la lettura.

 

 

ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ

Pagamento in contanti (PP)

In determinati casi della previdenza professionale l'assicurato può pretendere il pagamento in contanti della sua prestazione di libero passaggio.

Periodo d'attesa

Il periodo d'attesa è il tempo che decorre fra il momento in cui si verifica l'evento assicurato e l'inizio dell'obbligo di versamento delle prestazioni da parte della compagnia.

Esso trova applicazione in caso di rendite per perdita di guadagno oppure diarie dell'assicurazione sulla vita. Il periodo d'attesa consente un coordinamento con gli altri assicuratori che prevedono la copertura del medesimo rischio. Con esso è inoltre possibile tenere conto dell'obbligo di pagamento del salario da parte del datore di lavoro. Il periodo d'attesa non va confuso con il periodo di carenza.

Periodo di carenza

Per periodo di carenza s'intende quel periodo durante il quale la compagnia, nel caso in cui si verificasse un evento assicurato, non deve corrispondere alcuna prestazione dall'inizio del contratto. Il periodo di carenza viene applicato solo una volta, ossia dall'inizio del contratto per il periodo convenuto. Non va confuso con il periodo d'attesa. Nell'assicurazione sulla vita il periodo di carenza è ormai in disuso (salvo p. es. in caso di suicidio).

Persona assicurata

In generale:

persona i cui oggetti, il cui patrimonio o la cui persona costituiscono l'oggetto del contratto d'assicurazione. La persona assicurata è nel contempo l'avente diritto. Sinonimo: assicurato.

Nell'assicurazione di persone:

persona sulla vita della quale è stata stipulata l'assicurazione o per la quale è stata concordata una copertura contro gli infortuni o le malattie.

Polizza

La polizza è un documento privato che disciplina i diritti e i doveri delle parti. L'assicuratore è tenuto a consegnarla al contraente (art. 11 LCA). La polizza conferma la stipulazione e il contenuto di un contratto d'assicurazione (art. 12 LCA), anche se non costituisce una premessa per la stipulazione di un’assicurazione, bensì una conseguenza. Pur non essendo un titolo, vi è equiparata per quanto riguarda la dichiarazione di annullamento (art. 13 LCA).

Polizza d'assicurazione

La polizza d'assicurazione è un documento contrattuale che fissa i diritti e gli obblighi delle parti, e attesta la conclusione del contratto. In essa è indicato in particolare chi sono il contraente dell'assicurazione, la persona assicurata e il beneficiario. Il documento specifica inoltre la prestazione assicurata, la sua scadenza nonché la controprestazione del contraente dell'assicurazione, il premio e la sua scadenza. I dettagli sono contenuti nelle CGA e in altre disposizioni particolari che sono parte integrante della polizza d'assicurazione. La polizza deve essere presentata qualora diventano esigibili delle prestazioni.

Polizza di libero passaggio

Nel caso in cui la prestazione di libero passaggio non potesse essere trasferita a un nuovo istituto di previdenza, la copertura assicurativa può essere mantenuta mediante una polizza di libero passaggio. La polizza di libero passaggio è un'assicurazione di capitale o di rendite stipulata specificamente, esclusivamente e irrevocabilmente a scopo previdenziale nel quadro del secondo pilastro e può integra-re eventuali coperture complementari per i casi di decesso e di invalidità. È garantito un tasso d'interesse minimo.

Premio

Il premio è il prezzo che il contraente versa affinché l'assicuratore eroghi le prestazioni concordate in caso di sinistro. Di norma il premio è dovuto per il periodo d’assicurazione, che nel dubbio corrisponde a un anno, anche se sono state stabilite altre modalità di pagamento, ad es. il pagamento mensile o il versamento unico.

Premio di rischio (PP)

Componente di premio riscossa nella previdenza professionale per i rischi di decesso e invalidità.

Premio di risparmio

Parte del premio per le assicurazioni di capitalizzazione che, insieme agli interessi, determina la crescita annua della riserva matematica.

Per questo tipo d'assicurazioni, in linea di principio l'assicuratore è tenuto a corrispondere una prestazione anche se il contratto d'assicurazione viene annullato anticipatamente, cioè prima che subentri l'evento assicurato e a condizione che venga rispettata la durata minima di pagamento dei premi.

Premio unico

Premio (vita) per il finanziamento di un'assicurazione, che viene versato in una sola volta, generalmente all'inizio dell'assicurazione.

Prescrizioni in materia d'investimento

Le prescrizioni in materia d'investimento sono disposizioni di legge che regolano l'investimento del patrimonio delle compagnie di assicurazioni sulla vita e degli istituti di previdenza in favore del personale secondo i criteri di sicurezza, rendimento e liquidità. A tale scopo il legislatore può allestire un catalogo su cui figurano tutte le forme d'investimento autorizzate oppure vietare per esempio alcuni tipi d'investimento.

Prestazione di libero passaggio

Viene comunemente definito prestazione di libero passaggio l'avere di vecchiaia disponibile al momento dell'uscita dall'istituto di previdenza, prima che si verifichi il caso di previdenza. La nuova legge sul libero passaggio estende il principio del libero passaggio integrale già in vigore nell'ambito obbligatorio anche alle soluzioni previdenziali extraobbligatorie. L'intera prestazione di libero passaggio (parte obbligatoria ed extraobbligatoria) deve essere assolutamente trasferita al nuovo istituto di previdenza.

Prestazione di libero passaggio (PP)

Avere di vecchiaia della previdenza professionale che può essere accreditata o fornita ad un assicurato al cambiamento del suo posto di lavoro.

Prestazione di vecchiaia

Prestazioni dell'AVS, della previdenza professionale e dell'assicurazione sovraobbligatoria che sono fornite dall'assicuratore al raggiungimento dell'età pensionabile. Sono composte dalla rendita di vecchiaia, dalla rendita per figli, dall'assegno per grandi invalidi e dai mezzi ausiliari.

Prestazioni complementari (PC)

Prestazioni della previdenza statale (primo pilastro) che intervengono quando beneficiari di rendite AVS o AI non dispongono di un reddito capace di garantire il minimo esistenziale. Si tratta di complementi in caso di retribuzione sostitutiva e possono essere accordate unicamente a persone bisognose.

Previdenza libera

Nel quadro del sistema dei tre pilastri, la previdenza libera contempla tutte le misure destinate alla previdenza individuale non vincolata. Tra queste rientrano in primo luogo le assicurazioni sulla vita, ma anche gli investimenti di capitale, l'acquisto di una casa, ecc.

Previdenza professionale

Quale 2° pilastro obbligatorio del sistema dei tre pilastri, la LPP (Legge federale sulla previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l'invalidità) regola la previdenza professionale per i lavoratori.

Unitamente alle prestazioni dell'AVS / AI, la previdenza professionale deve permettere alle persone anziane, ai superstiti e agli invalidi di mantenere in modo adeguato il tenore di vita usuale.

Sono assicurati tutti i dipendenti soggetti all'AVS, a partire da un determinato salario minimo AVS per ogni datore di lavoro.

Le più importanti prestazioni della LPP: versamento di rendite di vecchiaia, per vedove, per orfani e d'invalidità.

Previdenza vincolata

La previdenza vincolata comporta il risparmio per la vecchiaia legato a privilegi fiscali e serve a completare il 1° e il 2° pilastro. Poiché i fondi risparmiati devono essere destinati esclusivamente e irrevocabilmente alla previdenza, questa forma è denominata "vincolata". Il risparmio è legato a privilegi fiscali e comporta pertanto restrizioni legali a livello di stipulazione, di forma e di disposizione dei diritti. Oltre alla previdenza per la vecchiaia, è possibile definire e combinare individualmente anche i rischi decesso e invalidità. Le forme di previdenza riconosciute sono l'assicurazione di previdenza vincolata presso una compagnia di assicurazione e la convenzione di previdenza vincolata di una fondazione bancaria.

Primato dei contributi (PP)

Principio del versamento delle prestazioni nella previdenza professionale. Le prestazioni assicurative sono fornite individualmente in base all'avere di vecchiaia accumulato (= contributi rimunerati).

Primato dei premi

Nel sistema del primato dei premi le prestazioni assicurate vengono calcolate in base ai contributi versati e alle tariffe. I contributi devono essere definiti chiaramente, ad esempio in percentuale del salario assicurato o, più raramente, in franchi.

Proposta

La proposta è la dichiarazione di volontà mediante la quale il proponente dichiara di voler stipulare il contratto, cosicché per la stipulazione del contratto basta la controdichiarazione di accettazione da parte del destinatario. La proposta per la stipulazione di un contratto d’assicurazione viene di norma inoltrata dal proponente (il futuro contraente dell’assicurazione). Essa deve contenere tutti i punti essenziali del contratto (rischio assicurato, oggetto assicurato, prestazione assicurata, premio, inizio e durata dell’assicurazione) ed eventualmente altri punti che una delle parti ritiene fondamentali. Di regola, per presentare la proposta si utilizza un apposito modulo che include le CGA o vi fa riferimento. In quest’ultimo caso, esse devono essere rimesse al proponente prima della consegna della proposta, altrimenti la proposta non è vincolante. Dal momento dell’invio, il proponente è vincolato alla proposta per 14 giorni (se si rende necessaria una visita medica, il termine è prolungato a 4 settimane). Entro questo termine, l’assicuratore può dichiarare l’accettazione della proposta e si può quindi procedere alla stipulazione del contratto. Se la dichiarazione d’accettazione (di norma mediante invio della polizza oppure del conteggio per il primo premio) viene effettuata in ritardo oppure apportando delle modifiche ai punti essenziali del contratto, essa deve essere ritenuta una nuova proposta dell’assicuratore al futuro contraente dell’assicurazione, il quale dovrà accettarla se desidera che il contratto venga stipulato.

Proprietà d'abitazione (PP)

L'avere di vecchiaia della previdenza professionale può essere utilizzato (a determinate condizioni) per l'acquisto della proprietà d'abitazione.