Glossario

 

Per noi è molto importante spiegare nel modo più comprensibile possibile il tema complesso della previdenza. Tuttavia, a volte nemmeno noi possiamo fare a meno di utilizzare termini tecnici. Nel nostro glossario spieghiamo questi termini in modo breve e comprensibile per renderne più agevole la lettura.

 

 

ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ

Rappresentante (legale)

Persona che può o deve agire per conto di una persona con una limitata capacità di esercizio dei diritti civili (persona minorenne, sotto tutela, interdetta) quando questa ha necessità di far valere i propri diritti e doveri.

Reddito da lavoro

Reddito proveniente dallo svolgimento di un'attività lucrativa dipendente o indipendente (sotto forma di rimunerazione in denaro, in natura o per servizi).

Regime sovraobbligatorio (PP)

Parte della garanzia assicurativa della previdenza professionale eccedente il minimo legale prescritto.

Regola d'oro

La regola d'oro è soddisfatta quando nel corso di un lungo periodo l'aumento dei salari in percento corrisponde al tasso d'interesse tecnico. In tal caso è considerato raggiunto l'obiettivo in materia di previdenza della LPP.

Regolamento di previdenza

Il regolamento di previdenza disciplina la previdenza professionale dell'istituto di previdenza e definisce i diritti e gli obblighi di tutti i partecipanti. Esso è emanato dall'organo competente dell'istituto di previdenza

Rimborso dei premi

La garanzia del rimborso dei premi avviene principalmente per le rendite di vecchiaia. Ciò significa che in caso di decesso della persona assicurata i premi versati risp. i premi unici (senza interessi) vengono rimborsati ai beneficiari contrattuali, deducendo eventuali rendite già corrisposte. Il rimborso dei premi trova però applicazione anche nell'assicurazione in caso di vita. In caso di decesso della persona assicurata, i premi pagati fino a quel momento vengono restituiti senza gli interessi.

Riserva matematica

Per riserva matematica s'intendono le parti di risparmio dei premi alle quali viene applicato l'interesse tecnico. Se la parte di risparmio del premio viene capitalizzata senza tener conto dei costi sorti all'atto della conclusione del contratto, si parla di riserva matematica netta. Se alla riserva matematica netta viene aggiunto un accantonamento per futuri costi amministrativi, si ottiene la riserva matematica d'inventario. La riserva matematica assume una certa importanza anche nell'assicurazione di rischio poiché, nonostante per tutta la durata del contratto venga riscosso un premio fisso, con l'avanzare dell'età il rischio di mortalità e d'invalidità aumentano. Il contraente dell'assicurazione, quindi, inizialmente paga un premio per il rischio troppo elevato, e in seguito uno troppo basso. Allo scopo di garantire l'obbligo di versamento delle prestazioni, gli assicuratori collocano sotto forma di riserva matematica fruttifera d'interessi le parti di premio che hanno riscosso in eccesso per la copertura delle prestazioni di rischio. In caso di riscatto di un'assicurazione sulla vita, dalla riserva matematica viene detratta la parte dei costi di stipulazione non ancora ammortizzata per il rischio assunto. L'importo rimanente costituisce il valore di riscatto.